Consulente Web Marketing e Consulenza Motori di Ricerca

Web Marketing & Search Engine Consultant

Il SES di Londra 2010 – la mia presentazione sulle sitemap

La presentazione di Sante al Search Engine Strategies di Londra 2010, sulle sitemap ed il content syndication

Ieri sono rimasto a dir poco sorpreso quando ho visto tutte quelle persone affluire nella sala A del Search Engine Strategies di Londra dove anche quest’anno sono stato invitato a fare una presentazione.

L’argomento di quest’anno è stato le sitemap ed il loro uso.

Con Mikkel deMib, uno dei più famosi e scaltri SEO che io conosca, ci siamo divisi i compiti e credo che i partecipanti sono rimasti soddisfatti delle presentazioni e soprattutto hanno portato via informazioni utili che possono utilizzare per i loro siti web.

È stato un panel un po strano: abbiamo parlato di una cosa (le sitemap) che non è necessaria.

Entrami le nostre presentazioni hanno messo in evidenza elementi che non depongono a favore dell’uso sistematico della sitemap.

Infatti:

  • Se hai problemi di architettura del sito web la sitemap non ti aiuta affatto e forse può creare altri problemi
  • La sitemap non aiuta ad indicizzare pagine web: il fatto che una URL sia inserita in una sitemap non ne garantisce l’indicizzazione
  • Anche se la sitemap aiuta ad indicizzare pagine web, non è detto che queste si posizionano nei motori di ricerca

Eppure parlando con altri illustri ed autorevoli SEO non tutti la pensano così, anzi la sitemap è un loro alleato strategico.

Io non la uso mai.

Mikkel ha citato l’unico caso in cui la sitemap si può utilizzare – questo è un consiglio che non ho scritto nel post precedente in inglese ma condivido solo con i miei amici Italiani.

Quando si migra un sito web ad una nuova architettura la sitemap può venire in aiuto per “traghettare” il sito alla nuova struttura – ecco cosa suggerisce Mikkel:

  • Creare una sitemap poco prima di implementare la nuova architettura
  • Implementare e mettere online la nuova architettura
  • Creare una nuova sitemap con la nuova architettura
  • Attendere che si consumi il passaggio dalla vecchia alla nuova architettura
  • Togliere la sitemap (tanto non serve)

Io le sitemap non le uso e non le consiglio – e tu come ti comporti ?

Utilizzi le sitemap ?

Ti hanno aiutato in qualche circostanza particolare ?

Altre info sulle sessioni seguiranno …

7 Replies

  1. Ma con sitemap intendi la mappa del sito web, oppure la sitemap in XML ( o comunque altri formati) da dare in pasto ai motori ?
    Penso tu intenda la classica Sitemap.xml…
    In effetti fino ad 1 anno fa la usavo regolarmente credendo di avere dei piccoli vantaggi, ora per ogni progetto web non la considero, e i risultati arrivano lo stesso.
    Per quanto riguarda la mappa del sito, non la implemento quasi mai, anche se ho scoperto mesi addietro che ci sono utenti che la usano, in particolare modo per i progetti medio-grandi, e non sono proprio pochi.
    Ciao

    1. SI qui si parlava della sitemap XML – a dire il vero non penso che la sitemap del sito abbiamo un beneficio per aiutare le persone a trovare le cose nel sito: Se devono ricorrere alla sitemap per trovare una pagina beh … ci deve essere qualche problema di usabilità !

  2. Io ho esperienze differenti con le sitemap.xml.

    In diverse occasioni la loro introduzione ha permesso di aumentare drasticamente le pagine indicizzate e successive analisi sul traffico hanno evidenziato un sostanziale incremento di visite organiche (non stagionali)…

    1. Non ho dubbi ceh possa essere così – son sempre casi ceh si possono presentare e tu ce lo stai a testimoniare – il nocciolo della question è che con sitemaps non si risolvono problemi reltivi alla gestione dei contenuti nel sito. So bene che ci sono molti utilizzatori entusiasti dell’uso delle sitemap e che hanno dato frutti importanti ma non sono indispensabili ai fini della visibilità nel sito

  3. Io le ho trovate utili solo in un caso specifico: per uscire dalla penalizzazione di un sito bannato. In questo caso la segnalazione della sitemap alla Webmaster Central di Google mi è servita parecchio 🙂

  4. Più che altro, trovandosi a dover intervenire su un sito già presente ed indicizzato, ripensarne completamente l’architettura può rivelarsi decisamente più costoso dell’introduzione di una sitemap.xml 😉 certo, non risolve i problemi di architettura del contenuto, ma una bella botta all’indicizzazione gliela da eccome!