Consulente Web Marketing e Consulenza Motori di Ricerca

Web Marketing & Search Engine Consultant

Web Marketing per Artisti – 1

Ho scritto una mini serie di post che mi accingo a tradurre dedicato agli artisti che desiderano lanciarsi nel web e fare qualcosa di serio, non limitandosi alla mera presenza online.

Ho raccolto considerazioni ed attività, difficoltà ed opportunità che derivano dagli insegnamenti impartiti a mia moglie che ha un blog di Artiginato Artistico prodotto da lei ed interamente fatto a mano. Se non hai resistito alla tentazione di cliccare ti avviso che non è nulla di eccezionale in termini di tecnologie o funzionalità, anzi è ancora molto incompleto, dovuto al fatto che il calzolaio va sempre in giro con le scarpe rotte – è naturale quindi che mia moglie abbia un sito non perfetto.

Ma proprio qui sta la cosa bella – pur non essendo il massimo della tecnologia e della perfezione questo sito va molto bene.

La combinazione di un talento naturale con una impostazione commerciale adatta può dare risultati davvero sorprendenti in una nicchia di mercato.

Questa serie di post è dedicato alle persone creative, quelli con l’ingegno che tutti il mondo ci invidia (ma non lo dice).

Con poco si può fare molto.

La paura di essere copiati

La prima sfida è arrendersi alla rete: mettere online fotografie ed immagini della propria produzione. Gli artisti sono gelosi delle proprie creazioni e quando qualcuno copia si sentono feriti ed offesi. Mettersi in rete è come invitare gli altri a copiarli. La mia obiezione a questo timore è:

  • Con tutte le cose che si espongono in fiere e mercatini vengono visti ed acquistate da persone che possono darsi da fare per copiare – è solo una questione di tempo, prima o poi qualcuno ti copierà

Se anche tu hai questo timore ti devi convincere che non solo è inutile, ma anche dannoso avere questo atteggiamento. Oggi Mary sta costruendo un nuovo mercato di persone che apprezzano le sue cose e la stimano per il suo talento – anche tu devi metterti in discussione.

Le difficoltà tecniche

Il primo impatto di chi si avvicina a questo mondo per la prima volta è come l’assetato che deve bere da un idrante: se non sta attento gli parte la testa; troppe cose da capire e da fare all’inizio, talmente tante ed all’apparenza talmente complesse da scoraggiare un artista od artigiano che si sente totalmente incapace ad interagire con il web attraverso un PC.

Così è stato con Mary.

I creativi devono trovare il giusto equilibrio e sviluppare un loro modo di interagire con il web che fa della loro presenza una cosa unica e diversa da tutte le altre. Non per questo è più semplice, anzi all’inizio è proprio tosta … ho detto tosta ma non è impossibile.

Perché Sto scrivendo questi post ?

Fare da Consulente di Web Marketing a Mary mi ha insegnato molte cose, e fatto capire quanto si può fare con del know how specifico e della buona volontà – di questi tempi c’è tanto bisogno di buona volontà e di gente che vuole lavorare – il futuro è loro, gli altri si perderanno.

Che cosa Tratto nello specifico ?

Si potrebbero scrivere dei libri interi sugli argomenti che tratto in pochi post che non hanno la pretesa di rappresentare un vademecum di web marketing, piuttosto un piccolo piano strategico per indirizzare chi vorrebbe crearsi un nuovo sito oppure migliorare le performance di un sito già esistente. Non è teoria ma pratica, suggerimenti e consigli che derivano dalla mia esperienza diretta con “l’artista” che ho notato, annotato e che ti riporto, tutto estremamente pratico e facilmente comprensibile se non da te (all’inizio) da qualcuno che ha un minimo di dimestichezza con il web e sa fare il webmaster.

Ultimamente ho ricevuto delle domande che ho sviluppato in post – farò lo stesso per te. Quando trovi qualcosa che non capisci oppure hai delle domande specifiche di approfondimento da fare lascia un commento e ti risponderò: se è cosa semplice avrai la tua risposa nella coda dei commenti, altrimenti ti risponderò in un post articolato – te lo prometto.

No Supercazzola !

Il grande Ugo Tognazzi interpretando il Conte Mascetti faceva la supercazzola quando non voleva farsi capire in “amici miei” (se non hai visto quei film li devi vedrere, in particolare il secondo). Qui niente supercazzola, solo cose pratiche come:

  • Perché utilizzare un bolg
  • Come impostare un blog wordpress
  • Quali altri strumenti online si possono utilizzare
  • Come gestire la tua presenza online
  • Come monitorare la tua presenza online
  • Lo sviluppo di una trattativa commerciale nel web
  • l’Uso della promozione a pagamento

Te la senti di fare questo passo ?

Lavoro da 23 anni ed ho imparato che tutto è possibile – solo gli stolti (ed Alessandro per farmi incazzare) utilizzando questa parola.

L’essere possibile non implica essere facile.

Ci sono molte cose da imparare, tante cose da fare e soprattutto bisogna vincere la sensazione che sviluppare il proprio sito è una perdita di tempo. Il sito deve diventare il punto di riferimento delle tue attività. Spesso chi produce pensa solo a produrre, pensando che tutto il resto è una perdita d tempo.

Il web va portato al centro delle attività produttive per diventare uno strumento efficace di promozione online.

Non succederà dall’oggi al domani

Non farti illusioni, ci vorranno lacrime sudore e sangue per arrivare ad avere dei risultati tangibili, soprattutto se stai partendo con un nuovo sito web.

Ci vorrà tanta forza ed entusiasmo, si alterneranno giornate buone ad altre pessime. Costanza e metodo ti saranno di aiuto e fedele alleati nello sviluppo della tua visibilità: ricordati che nulla viene dal nulla.

4 Replies

  1. Cali

    Having a website opens up all sorts of opportunities my wife started her business with just promoting online and now she is doing quite well. Its a lot of hard work but you get to do the thing you enjoy the most. As for copying its something that will happen if you have a good product. My wife’s work has been copied to the point someone was even using her images and descriptions which is pretty stupid as its easy to trace them and take legal action. A threat of legal action itself usually does the trick though, thanks to the wayback machine, you can prove when they added your content to their site.

  2. Ciao Sante,

    sono un tuo ex allievo del master in multimedia di Firenze. Indovian cosa faccio? Ho da poco intrapreso la carriera di SEO. Speriamo bene. Comunque sarò qui spesso. 🙂

    Ho trovato interessantissimi questi post. Sono un musicista e per promuovere i miei progetti artistici fin’ora mi sono sempre affidato al classico myspace. Tuttavia credo che questo servizio stia perdendo la forza che aveva inizialmente, almeno per chi suona in una band. Tantissimi, troppi gruppi, spammano i profili altrui senza fare una selezione dei destinatari del messaggio (a me non interessa conoscere le ultime uscite di una netlabel che produce roba finto-rock-new wave-italiana-free jazz-punk inglese). Alla fine in un mare di flyer e locandine non ne noti più nessuna.
    Tu che ne pensi? La mia è un’impressione sbagliata? Sono convinto che affinacando al profilo myspace un sito con una sezione blog, possa essere molto efficace dal punto di vista promozionale.

    f.

  3. Ciao ! Grazie per avermi onorato con la tua visita, sarai sempre ben accetto qui 🙂 Quindi qualcosa ti ho lasciato con il corso …

    MySpace è una delle componenti con cui puoi sperimentare per fare la promozione online – tiene sempre a mene la domanda: a chi mi rivolgo ? Questo è MOLTO IMPORTANTE. Osservando e sperimentando viene il resto 😉

    Buon lavoro !!