Consulente Web Marketing e Consulenza Motori di Ricerca

Web Marketing & Search Engine Consultant

Posizionarsi con pagine dai risultati supplementari di Google

Google

Avevo fatte tante ricerche per approfondire le mie conoscenze sui risultati supplementari di Google. Oltre alle parole rassicuranti di Matt Cutts, ed il tam tam del villaggio globale dove se ne sentono di cotte e di crude, la realtà è sempre stata quella di una sostanziale penalizzazione per quelle pagine che vengono a trovarsi nei risultati supplementari di Google.

Ieri provando e riprovando ho trovato una query che ha messo in evidenza un posizionamento #1 per pagine del mio blog:

web 2.0 per il governo

Screenshot dei risultati di Google che mostra il posizionamento di due mie pagine che sono nei risultati supplementari di Google

niente di strano se le due pagine che Google ha scelto di proporre alle posizioni 1 e 2 non fossero pagine nei risultati supplementari.

allora sono andato a vedere la pagina alla posizione #3

un sito con molti link entranti ed un bel Page Rank 6 di cui vantarsi. Andando alla sezione del blog si vede che non è stato aggiornato da molto (Aprile 2007) ed allo stesso tempo una rapida analisi svela come questa sezione (=quella del blog) non ha link entranti – ne ho contati 2. Altra cosa che ho notato è il numero elevato di argomenti trattati, dunque un blog poco focalizzato, ma generalista.

Quindi il suo PR 4 lo prende solo dal link proveniente dalla home page.

Si può concludere Si possono fare delle considerazioni interessanti:

  • E’ vero che pagine presenti nell’indice dei risultati supplementari possono posizionarsi e posizionarsi anche bene con Google.
  • Il fatto che tali pagine si posizionino potrebbe derivare dal fatto che il sito (o blog) al quale appartengono sia sufficientemente autorevole da avere voce in capitolo e tali da essere le fonti più qualificate e quindi degni di essere proposti agli utenti.
  • Non è vero che esiste il Google Hell – tra i risultati dell’indice principale e quelli supplementari non c’è una muraglia, ma una membrana permeabile che mette in comunicazione i due indici.
  • La popolarità e la reputazione sono fondamentali per il posizionamento.

Come puoi vedere avevo scritto utilizzando la parola concludere, ma poi ho ripensato ad un articolo che ho letto questa mattina ed ho cambiato …

4 Replies

  1. A me non risulta che blog.achille.name/tag/web-2.0-per-il-governo/ sia un risultato supplementare…

    Fai questa ricerca su google (senza doppi apici):
    “site:www.studiodentisticoortuso.it”

    Noterai che gli ultimi 5 risultati sono supplementari (c’è anche scritto) ed infatti per farli venir fuori da una ricerca devi fare i ricerche impossibili… E comunque anche in quel caso è indicato.

    Spero di non aver scritto troppe idiozie…

    Ciao.

  2. Ok hai ragione.

    Però non capisco come mai, a differenza dei link indicati da me, con una ricerca del tipo: site:blog.achille.name “per il governo”
    la pagina in questione non venga messa tra i supplementari
    mentre con
    site:www.studiodentisticoortuso.it “Tramite interventi di”
    la pagina rimanga un risultato supplementare.

    Forse nel tuo caso, la pagina di cui parli sia nel limbo, a contatto con la membrana di cui parli…

  3. A me sembra di capire che la situazione sui risultati supplementari di Google è molto fluida.

    Penso all’enorme quantità di dati, in costante crescita, con cui hanno a che fare e la domanda ceh si fanno quotidianamente: Come fare a scegliere i risultati da proporre agli utenti del nostro motore di ricerca ?

    Con ogni probabilità c’è stato un aumento del peso relativo del fattore link esterni: se una pagina non ha molti link esterni è possibile/probabile che gli venga messa la pecetta risultati supplementari.

    Da quello che vediamo questa etichetta non equivale al bacio della morte.

    Senza dubbio fattori come autorevolezza e reputazione sono determinanti ai fini della visibilità di un sito o blog che sia.

    Il consiglio: concentrare gli sforzi nel fare un sito che sia uno tra i migliori e che attragga una audience interessata a leggerne i contenuti – il resto avverrà naturalmente – ne è prova quanto documentato nel mio post – fino ad oggi ovviamente …