Consulente Web Marketing e Consulenza Motori di Ricerca

Web Marketing & Search Engine Consultant

Il dramma di un trasferimento di nome a dominio .IT

Le nuove procedure del NIC/RAIN

Che noi Italiani fossimo particolarmente creativi non è segreto per nessuno. Peccato che la nostra intelligenza non venga messa al servizio della comunità per semplificare le cose ma per complicare all’inverosimile – questo è il caso delle nuove regole per la attività sui nomi a dominio .it

Come trasferire un nome a dominio tra maintanier

Significa in pratica cambiare provider si servizi dove il sito web risiede. Nel vecchio regolamento era attività veloce che si consumava nel giro di una giornata al massimo. Bastava inviare la lettera opportunamente compilata e poi inviare il modulo tecnico ed era tutto finito. Ma era troppo semplice, si doveva cambiare.

Lo so bene perché un mio (povero) Cliente che vorrebbe passare da me è rimasto intrappolato nella procedura. Una volta che la lettera di richiesta trasferimento a nuovo maintainer è arrivata a destinazione ed è stata accettata era questione di pochi secondi: bastava inviare un modulo dove i dati erano già pre-compilati dal sistema aggiungendo solo poche informazioni aggiuntive.

Ho proceduto come sempre ma il nuovo modulo non accettava la mia richiesta di modifica di un dominio esistente. Allora sono andato al manuale che spiega la procedura semplificata … alla pagina 40 di un manuale di ben 110 pagine:

2.3.5 Il modulo tecnico per la modifica MNT Per concludere l’operazione di modifica MNT è necessario l’invio di un modulo tecnico, a cura del nuovo MNT, all’indirizzo domain@nic.it. Il modulo tecnico, deve contenere l’oggetto “domain” opportunamente modificato e un nuovo oggetto “registrant” avente come valore del campo “mnt-by:” il nuovo MNT. Possono essere eventualmente presenti anche gli oggetti “contact” se necessario. Il modulo tecnico è soggetto agli stessi controlli sintattici, semantici e di configurazione dei nameserver autoritativi, ai quali sono sottoposti i moduli tecnici inerenti la registrazione di un nuovo nome a dominio. Gli esiti di tali controlli sono inviati via e-mail, sia all’MNT, che al mittente del modulo tecnico stesso.

Esempio di un modulo tecnico per la modifica MNT password:

abcdefgh domain: zigozago.it
registrant: AUTO-1
admin: AUTO-2
tech: BL16-ITNIC
nserver: dns.provider.it
nserver: dns2.babaluba.it
mnt-by: ZAGO-MNT
name: Mago Zigo Zago S.p.A.
org: Mago Zigo Zago S.p.A.
contactID: AUTO-1
regCode: 02118110789
contactType: R
entityType: 2
consent ForPublishing: 1
street: Via Del Lago, 7
city: Roma stateOrProvince: RM
postalCode: 00125
countryCode: IT
nationalityCode: IT
voice: +39.XXXXXXXXXX
fax: +39.XXXXXXXXXX
email: info@zigozago.it
mnt-by: ZAGO-MNT
name: Barbara Lari
org: Mago Zigo Zago S.p.A.
contactID: AUTO-2
contactType: C
consentForPublishing: 1
street: Via Del Lago, 7
city: Roma stateOrProvince: RM
postalCode: 00125
countryCode: IT
voice: +39.XXXXXXXXXX
fax: +39.06783485799 35
email: mago@zigozago.it
mnt-by: ZAGO-MNT

E’ semplice vero ?

Anche un cretino come me dovrebbe capire come si fa – purtroppo non l’ho capito ed ho il sospetto che molti altri (a giudicare dal fatto che il telefono del NIC è perennemente occupato dal 5.03). Comunque ieri pomeriggio mi sono messo a studiare documenti e procedure Ho studiato e compilato la Email da mandare per finalizzare il trasferimento e, come ci si poteva aspettare, la risposta è stata negativa su vari fronti con errori dappertutto:

20708 *ERROR*: contact identifier "OMISSIS" is registered in the DBNA with different registrar 20708 *ERROR*: contact identifier "OMISSIS" is registered in the DBNA with different registrar 20704 *ERROR*: "admin" field is associated to a "registrant" object (OMISSIS)

Errori ?? ma non c’è problema hanno mandato un manuale di interpretazione dei codici di errore – vado a vedere le spiegazioni: Ho preso il documento messo a disposizione per interpretare gli errori ed individuata la spiegazione del primo errore 20708 – alla pagina 103 (di ben 155) ho trovato la spiegazione dell’errore:

Codice 20708 ———————————————————- contact identifier \"$value\" is registered in the DBNA with different registrar

Beh la spiegazione è chiarissima … peccato che io sono completamente cretino e le cose più evidenti non le capisco … Preso dalla disperazione ho chiamato un amico Avvocato che mi ha detto di andare da lui e portare le carte per veder cosa si potesse fare. Ma siccome io lavoro e non ho tempo da perdere ho pensato di giocarmi l’ultima carta e di avvisare RAIN che mi sarei trovato costretto a procedere con gli avvocati se loro non mi avessero contattato per chiarire cosa andava fatto per effettuare il trasferimento dei nome a dominio.

Tutto questo mentre scrivevo questo post. Arriva la risposta (via Email) di una responsabile per dirmi che la procedura che stavo utilizzando era inutile – meno male che un "Consulente" della redazione esterna mi ha detto proprio il contrario:

Buongiorno, non e’ possibile al momento l’invio del moduloe tramite form on line, occorre quindi che lo invii tramite e-mail all’indirizzo domain@nic.it
Cordiali saluti OMISSIS Relazioni Esterne

Mi hanno fatto impazzire per una giornata interna a studiare l’invio a mezzo Email quando non era necessario … Alla fine (dopo 10 giorni complessivi di calvario) sono riuscito ad estorcere le informazioni anche per effettuare il trasferimento di un nome a dominio. Considerazioni del caso:

  • La procedura precedente era perfezionabile in alcuni suoi passaggi ma universalmente nota a tutto il mondo, bastava introdurre l’unica novità di interesse e cioè la possibilità di inviare le lettere LAR a mezzo posta elettronica. Non oso pensare cosa stia succedendo a quelli che dall’Estero tentano di attivare dei .IT
  • Siamo trattati come sudditi da tutti. Dalla pubblica amministrazione, dal fisco, dalle grandi aziende ed anche dal NIC. Hanno imparato tutti a chiudersi dietro un numero di telefono finto, evitando accuratamente il contatto con il pubblico, mentre chi lavoro è sempre esposto in prima fila e a pagare in prima persona per gli errori che commette – chissà se le cose sarebbero andate allo stesso modo se ci fosse un secondo RAIN in diretta concorrenza
  • Possibile che per effettuare una operazione che per altri domini (.com etc) occorrono appena 5 minuti d’orologio in Italia bisogna prender visione di manuali di centinaia di pagine ?

Io non ci sto – ho anche scritto un fax di protesta, forse troppo sommesso ieri – dovresti farlo anche tu se ti sei trovato travolto da questa situazione surreale. Puoi copiare ed incollare quanto ho scritto io ieri e spedire al fax delle relazioni esterne – consiglio il fax in quanto è più difficile cestinare rispetto alle Email che possono "sparire" – è ora di ribellarsi e di essere trattati come Clienti, far capire che si è al servizio degli altri e che registrare un nome a dominio non è un gioco od un passatempo –

*********************************** TESTO DEL FAX ***********************************

A: Spett.le NIC/RAIN Relazioni esterne
CC:
Ns. Rif. DATA: 19/01/2007
OGGETTO: Disservizi per le registrazioni e cambio maintainer

Desidero portare all’attenzione di questo Ente che la situazione per quanto concerne le attività sui domini è insostenibile. Non è presente un modulo per finalizzare il cambio di maintainer così come mi è stato comunicato dalle relazioni esterne – non ho mai fatto un cambio maintainer mediante posta elettronica in 12 anni di attività in questo settore e dopo aver cercato di capire la documentazione ho fallito. Nonostante impegno ed ore di tempo preziose sottratte alle attività imprenditoriali MI ARRENDO ALLA BUROCRAZIA !! e spero di avere disponibile quanto prima un modulo a misura d’uomo per effettuare operazioni che richiedevano pochi minuti e che ora bloccano attività produttive. Forse è inutile sottolineare (ma lo farò lo stesso) che il telefono è perennemente occupato e che il documento di ben 110 pagine non è utile per comprendere le procedure.

Distinti Saluti,

**************************************************** SPEDIRE AL NUMERO DI FAX 050 3152713 ****************************************************

Ma forse sono l’unico c=)(/&%e che non ha capito e che non capisce le procedure … ma se anche tu non lo hai capito allora lascia qui un segno tangibile della tua indignazione – farò in modo che arrivi a Pisa.

Parola di Abruzzese (notoriamente dei "testa tosta").

3 Replies

  1. Sembra che non sei il solo.
    Sembra che l’ annosa questione sia pateticamente ancora attualissima.
    (vedi link al mio nome)

  2. non sei l’unico hai tutta la mia solidarietà… sono 3 giorni che aspetto un trasferimento di dominio. 3 giorni in cui la mia attività si svolge solo al telefono cercando di spiegare ai clienti che non è colpa mia se anche loro vivono in italia!

  3. andrea

    senza contare la lentezza del loro sito.. forse hanno il server da Aruba?