Consulente Web Marketing e Consulenza Motori di Ricerca

Web Marketing & Search Engine Consultant

Google ADWORDS: ottimizzare le campagna Pay Per Click

Picture 2.png

Capita sempre più spesso di occuparmi di campagne ADWORDS di Clienti, preoccupati per aumenti improvvisi ed all’apparenza ingiustificati dei costi: aumenti che in nessun caso corrispondono ad un incremento del business.

Il punto centrale per lo sviluppo di una campagna PPC è la lista delle keywords. Dico sempre ai miei Clienti che le keywords sono la rappresentazione di uno stato mentale in cui si trova l’utente che naviga la rete – solo una piccola parte è interessata agli acquisti ((vedi questo articolo illuminante sulle abitudini delle persone che navigano la rete))

Se hai già sviluppato una campagna ADWORDS sai bene che oltre alle keyword che rappresentano il sito, devi impostare dei filtri – le keywords negative – fondamentali per modellare la campagna.

Picture 3.png

L’uso di strumenti come Google Keyword Tool e gli altri disponibili in rete sono spesso il punto di partenza per stabilire quali sono le possibili keywords utilizzate dagli utenti per fare le loro ricerche.

C’è un modo per sviluppare ed ottimizzare la visibilità della tua campagna Pay Per Click su ADWORDS, in modo economico, utilizzando un sito che si chiama hittail

Picture 4.png

Con hittail puoi scoprire quali sono le parole chiave che generano traffico nel tuo sito. Vediamo come …

Ti devi registrare – la registrazione è semplice, il servizio viene offerto in prova per 60 giorni e poi ci sono due livelli di abbonamento – quello più basso ($100,00 su base annua) va bene per l’esempio di questo post. A registrazione avvenuta puoi accedere al sito e scaricare il javascript per il tracking delle pagine web.

Una volta redatta la lista delle keywords per la campagna, opportunamente suddivise in gruppi, devi creare delle pagine web (dette landing pages), ottimizzate per non più di due delle keywords più importanti per ogni gruppo. Nella campagna AWORDS sviluppa una creatività (=annuncio) anche questa in stretta correlazione con le keywords e la pagina.

Per assicurarti che gli accesi che andremo a monitorare provengono dalla campagna ADWORDS utilizza il META TAG:

<META NAME=”ROBOTS” CONTENT=”NOINDEX, NOFOLLOW”>

In questo modo i motori di ricerca non indicizzeranno la pagina e non ne seguiranno i link, garantendo la provenienza del traffico solo dalla campagna PPC.

Il javascript va messo in ogni pagina oggetto di studio. Una volta messo ed attivata la campagna aspetta un giorno o due (dipende dalla quantità di traffico che ricevi). Quando accedi a hittail ci sono 3 schermate da controllare …

Picture 5.png

Questa offre informazioni sui Referrer, cioè le query, in tempo reale, dal motore di ricerca.

Picture 6.png

Questa invece è la coda lunga delle parole chiave che la campagna sta generando. Le keywords specificate nella campagna ADWORDS vengono utilizzate per intercettare le query più affini degli utenti. Quest’ultime possono essere più o meno numerose, dipende dalla scelta di utilizzare keywords con l’opzione broad match. Sono quelle che generano più traffico ed allo stesso tempo quelle che possono pregiudicare la riuscita della campagna: una keyword generica può generare migliaia di click senza alcun ritorno.

Questa lista di keywords (che è scaricabile in formato CSV compatibile con EXCEL) offre la possibilità di individuare:

  • Nuove keywords di nicchia integrabili nella campagna, con il vantaggio di essere specifiche e quindi avere un costo per click più basso – in questo modo si genera un traffico a costo ridotto e di qualità migliore rispetto a keywords generiche
  • Keywords negative per filtrare traffico non desiderato, fuori tema che consumano inutilmente il budget

Picture 7.png

Altro strumento disponibile con hittail è il suggeritore di parole chiave. Utilizzando una tecnologia proprietaria, hittail propone nuove keywords da utilizzare per ampliare il raggio di azione della campagna ADWORDS. Queste keywords sono specifiche per il tuo sito.

La combinazione di una attività di setup ed un monitoraggio continuo della campagna utilizzando il supporto di hittail può incrementare le performance della campagna in modo significativo, mettendo in evidenza punti di forza e debolezze, dandoti l’opportunità di sperimentare e migliorare continuamente la tua campagna ADWORDS.

Ci sarebbe molto da dire e so che ci possono essere dei punti in cui vorresti ulteriori informazioni e chiarimenti – lascia un commento, formula la tua domanda e ti risponderò 🙂

3 Replies

  1. Leonardo

    Da quel che leggo Hittail fornisce i dati le query in tempo reale dai Motori di Ricerca: cioè in pratica indica con quale key l’utente è entrato nel sito?
    Perchè se è così non vedo perchè non avvalersi di Analytics per questa funzione…

  2. Hit Tail offre un servizio molto mirato – potrei ad esempio non voler affidarmi a Google Analytics per avere queste informazioni e qui ho uno strumento facile da utilizzare dalla comprensione intuitiva, con la garanzia di avere a disposizione lo storico nel tempo.

    Offre suggerimenti di nuove keywords per lo sviluppo di contenuti, e si utilizza anche come strumento per la gestione delel keywords da utilizzare nella creazione di nuovi contenuti – queste funzionalità non sono presenti nelle Analytics che invece offrono un punto di vista più mirato a capire le performance del web, quindi con Hit Tail mi creo la strategia di sviluppo dei contenuti, con le analitiche invece faccio una analisi delle performance di quello che ho creato utilizzando Hit Tail.