Consulente Web Marketing e Consulenza Motori di Ricerca

Web Marketing & Search Engine Consultant

Banda Larga in Mobilità con Chiavetta Vodafone ? Ma dove sta … non riesco a trovarla

Aggiornamento del 28.10.2009

Ieri sera sono stato ricontattato di nuovo da Antonio del Customer Care di Vodafone. Ha ammesso che effettivamente la zona è carente di connettività, annunciando lavori con l’implementazione di 3 nuovi ponti nella zona di Bazzano – mi ha anche detto che alcuni ripetitori sono stati messi fuori uso dal sisma. Quindi chi è a Bazzano tenga duro che arrivano i rinforzi – almeno con Vodafone. Vorrei vedere ! Con tutti i soldi che si stanno spendendo con i cellulari in questi mesi …

Aggiornamento del 26.10.2009, 17:00

Antonio del servizio Clienti mi ha telefonato. È stato posto il problema del disservizio che mi ha esasperato. Attraverso un messaggio SMS che ho mandato con il mio cellulare faranno degli approfondimenti e spero potenzieranno la rete qui ED IN ALTRE LOCALITA’ dove la povera gente come me deve vivere per un bel po di tempo. Grazie Vodafone per il riscontro – speriamo in un potenziamento della rete – se avete bisogno di qualcuno che un pochino ne capisce e che vi dia una mano lo faccio volentieri – basta chiedere 🙂

Picture 5.png

Sono diversi giorni che non scrivo, quelli che mi seguono e sanno delle difficoltà mie e dei miei concittadini potrebbero pensare a chissà quali scenari apocalittici e difficoltà che si devono affrontare.

In parte è vero ma la vera verità è che non scrivo perché non riesco a collegarmi.

Quelle che vedete sono le velocità strepitose a cui si collega la mia chiavetta Vodafone alla rete mobile che dovrebbe arrivare a 7 Mbits/s HA!

Picture 4.png

Non è che mi sto collegando dalla cima del Gran Sasso o da qualche prateria dispersa (come il ragazzo dell’ultimo spot alla moda) – sono nell’immediata periferia dell’Aquila – a non più di 4 Km dal Centro storico (distrutto dal terremoto).

Picture 3.png

Ovviamente non è stata fatta alcuna attività di rimodulazione della connettività verso le nuove aree di insediamento urbano che stanno accogliendo la popolazione della città – si tratta di decine di migliaia di persone che devono fare riferimento alle risorse della rete mobile di vodafone a cui sembra interessa solo arraffare i soldi di chi non può fare a meno dell’uso di questi servizi.

Mi domando infatti se, oltre a creare spot per apparire fighi c’è qualcuno che pensa anche all’essere un gestore di servizi – da quello che constato sulla mia pelle non credo, altrimenti avrebbero pensato a spostare ponti dal centro deserto verso la periferia. E comunque tenerci informati su cosa si sta facendo per migliorare il servizio aiuta ad affrontare le difficoltà: se nessuno ti dice nulla e le cose non funzionano, è verosimile ipotizzare che non si sta facendo nulla.

Spesso mi rassegno e non rappresento i disservizi perché tanto so che mi risponderà qualcuno dal call center che nulla può fare. Non si riesce a parlare con un responsabile dei servizi, loro stanno a pensare agli spot fighi da mandare in televisione.

Se qualcuno sta facendo reputation management per conto di Vodafone gli faccia vedere queste screenshot e dica che la rete mobile fa cagare da queste parti – cosa che ho detto alla cara Elena del call center qualche giorno fa dopo un numero imprecisato di telefonate per lamentarmi della connessione con chiavetta USB – chiavetta UBS Business tanto per essere chiari … Elena mi ha detto che non lo poteva scrivere allora lo scrivo io.

Sto pensando di attrezzarmi con tanta legna e coperte per comunicare con segnali di fumo, la comunicazione sarà senz’altro più veloce ed affidabile.

Ma non è solo qui nella periferia dell’Aquila terremotata che il collegamento non va – provate a mettervi su un treno Roma Milano e cercate di lavorare – non ci si riesce.

È ora di finirla con la politica dell’apparire.

Quando avrò segnale pubblicherò questo post. Se anche tu hai da lamentarti della connessione con chiavetta Vodafone lascia un commento, chissà che qualcuno (di Vodafone) si degni di leggerlo.

Ulteriori Approfondimenti:


Technorati Tags:




One Reply