Consulente Web Marketing e Consulenza Motori di Ricerca

Web Marketing & Search Engine Consultant

Vintage Computing: Il Commodore 64

Il Commodore 64

Commodore 64

Chi della mia età o poco più giovane non ricorda il Commodore 64 – La prima vera rivoluzione del personal computing. Non ricordo quanto costasse, solo che era una cifra per l’epoca “abbordabile” per uno studente che avesse un minimo di disponibilità.

Il caricamento dei programmi con il registratore – i 64 kByte di RAM – mamma mia che emozione a ricordare i progettini che avevo fatto per l’università: e pensare che dovrebbe stare ancora in giro da qualche parte in una soffitta che di recente è stata svuotata perché è partita la ricostruzione – forse è andato a finire al macero …

Il valore era tutto nell’Hardware

Quando si usciva da un rivenditore di informatica si era carichi non solo per il peso e l’ingombro del computer ma anche dai manuali dove studiare per programmare.

 

Il Commodore 64 Nasce a nuova Vita

Con un look e feel decisamente spartano ed essenziale, il Commodore 64 viene proposto (anche sul mercato Italiano): con il sistema operativo Commodore Os Vision.

Commodore OS Vision fa rivivere in chiave moderna e aggiornata le interfacce grafiche dei vecchi sistemi operativi Commodore, cercando di riconquistare e ridare carisma a un marchio che ha segnato un’epoca e aperto il mondo dell’informatica al grande pubblico.

Il nuovo prodotto Commodore 64 avrà sicuramente appeal per gli appassionati del settore dell’informatica e può far breccia nei cuori di chi ama la diversità, conosce o vorrebbe appoggiarsi alla piattaforma Linux ed è disposto a spendere qualcosa in più rispetto ai prezzi stracciati dei computer windows ma non vuole investire le cifre chieste da Apple: insomma un segmento che forse oggi manca sul mercato che sta fra i PC windows e l’OSX di Apple.

Il lavoro svolto fin qui è tuttora una beta (giunta alla sua decima versione), ed offre delle chicche grafiche e sonore che cercano di dare carisma e personalità al sistema operativo, basandosi su vecchie interfacce ridisegnate e suoni retrò che cercano di risvegliare l’atmosfera 8 bit portando indietro nel tempo quelli come me della mia generazione.

Lo skinning è stato effettuato con Gnome 2.x e Compiz/Emerald, con animazioni, restyling grafico con un mix Workbench / Windows / OSX di Apple (rispettivamente il menu a “tenda”, menu “Start” e il “Dock”), scritte con caratteri stile “C64” e suoni basati su musiche 8bit e campionamenti Amiga.

Per il resto è un vero e proprio sistema operativo Linux con tutti i vantaggi e svantaggi che comporta, ma in generale si tratta di un sistema stabile con disponibilità di driver, aggiornamenti, e molti programmi Open Source per ufficio e tempo libero, tutti inclusi nel DVD di installazione.

Commodore 64 … quanti anni sono passati …