Consulente Web Marketing e Consulenza Motori di Ricerca

Web Marketing & Search Engine Consultant

web marketing per hotels – la strada dei consorzi territoriali

Nuovi modelli per il web marketing delel strutture ricettive

Aumenta la pressione sulle strutture ricettive nostrane che hanno capito la necessità di sviluppare una strategia della visibilità nei motori di ricerca.

Lo dico a tutti i miei Clienti da tempo, se ne parla in riunioni dove illustraro le nuove tendenze del web e del web 2.0

Ma come sempre la coperta è corta e diventa sempre più corta perché il bimbo (Web marketing) diventa sempre più grande: non basta più avere il sito web, che pure in questi anni ha sofferto a causa della scarsa attenzione riservatogli dagli operatori che si fanno sentire una volta l’anno – per aggiornare le tariffe (se le pubblicavano).

In un post su come sviluppare il web marketing per gli hotels, ho redatto un elenco di attività che tutti gli hotels dovrebbero fare nel proprio sito web.

Avevo parlato di blogs per hotel, di promuovere il territorio, di aggiungere del valore alla propria comunicazione combinando ricettività e territorio.

Oltre a questo oggi aggiungerei anche lo sviluppo di una rete di contatti attraverso le tecnologie web 2.0 – la creazione di una rete di utenti interessati al territorio e tutto quello che gli ruota attorno, per tutto l’anno.

Ma i costi da sostenere per un hotel sono troppi.

Come può un albergo destinare ore di lavoro di personale interno o risorse ad una agenzia esterna di web marketing per:

  • tenere aggiornato il sito
  • fare un blog
  • sviluppare un profilo su Flickr
  • cerare e mantenere un profilo su Facebook
  • Caricare video su YouTube
  • monitorare 100 – 200 feed al giorno per trovare informazioni per alimentare blog e sito
  • raccogliere informazioni da enti locali sulle iniziative del territorio
  • partecipare a riunioni per proporre nuove iniziative di interesse alla struttura ricettiva
  • sviluppare nuove iniziative per incrementare il business online
  • creare  una comunità di utenti che ruoti attorno alle iniziative dell’hotel
  • Twitter oppure Pownce

Se andiamo a sviluppare tutte queste attività in ore di lavoro un albergo si trova un dipendente (quasi) a tempo pieno che deve dedicarsi all’online – non se ne parla.

Ma l’online è di fondamentale importanza da ora in poi … e allora come si fa ?

La risposta è nei consorzi territoriali, superare l’ottica della coltivazione del proprio orticello per costruire (insieme) una comunicazione a rete del territorio, generare traffico in un unico punto di accesso e poi giocarsela in un confronto serrato una volta che arrivano gli utenti.

Penso ad aggregazioni funzionali:

  • per tipologia di attività
  • per segmento di mercato
  • per affinità territoriale
  •  …

Ogni aggregazione dovrebbe avere un addetto da formare ed a cui affidare queste attività … un qualcosa del genere come schema logico e flusso diattività:

 Diagramma di flusso delle attività per il web marketing per hotels con strumenti web 2.0

Forza diamoci da fare !

3 Replies

  1. Interesting post! Thanks for publishing, my italian is not as good as it used to be so took a while to read it!